Politica, Sport, Storia

Fiano (Pd), carcere a chi fa saluto romano o meglio col pugno chiuso

La fantasiosa e delirante proposta di legge del sig. Fiano & CO, piuttosto che ricercare la riappacificazione, anche se troppo tardiva, mira a riaprire il solco già profondo tra gli italiani, piuttosto che andare contro ogni logica, contro la storia e contro gl’interessi della Nazione perché,dopo aver sgombrato la più cieca faziosità, non si documenta sul rigetto di tutti i paesi dell’ex Cortina di ferro (e fuoco !) che hanno vissuto sulla propria pelle (nel vero senso del termine !) un regime infinitamente più oppressivo ?

Addirittura il deprecato fascismo  riuscì quasi senza mezzi a “produrre“ uomini ed opere (immense bonifiche, intere città dall’architettura vigorosa e razionale…), in sostanza con un afflato umano sinergico riuscì a compiere un miracolo eroico (nonostante il “Duce” avesse pronunziato una frase che oggi sarebbe di piena attualità Governare gli italiani non è difficile, è inutile.” ) che sbalordì il mondo, ma con una colpa sì: aver perso la guerra, solo per l’ “intrusione” degli USA.

image001

 

 

 

 

Uomini come Gentile, finito dai Gap comunisti, la cui linea dottrinale resta ancora valida, http://www.filosofico.net/gentile105.htm

 

Appofondimenti: come Guareschi “Guareschi aveva ragione: De Gasperi chiese agli Inglesi di Bombardare Roma” ,

GUARESCHI , MANCATO PREMIO NOBEL

sito@gazzettadiparma.net

http://www.ilrestodelcarlino.i

l’unico fino ad oggi che, da giornalista (fascista) fu in galera ,ed in modo grandioso ed illuminato con l’immortale collana di Peppone e Don Camillo, cercò di umanizzare e ricucire un rapporto tra veri ex nemici, che aveva diviso ferocemente le due parti politiche, mentre ora un pinco pallino vanitoso (intendo di protagonismo politico e naturalmente non estetico, uno sguardo allo specchio glielo avrà sconsigliato) come l’incosciente e Fiano vuole riaprire le ferite, non certo rimarginate , ma neanche da infettarle col veleno dell’odio da versare a copiose dosi con la sua provocatoria proposta.

Bene o male il fascismo purgava “ beneficamente “ con l’olio di ricino , mentre invece questo Fiano spera di risolvere il problema con fiumi d’arsenico ?

Vorrei solo ricordare sinteticamente riferimenti della massima obiettività: Se i fascisti idolatravano certi punti fermi del Fascismo , la Patria e la Famiglia , oggi i “democratici progressisti” idolatrano divi dello schermo, cantanti, calciatori (stranieri 10 su 11, contro il Calcio, il Vivaio Giovanile e l’Economia Nazionale), omosex… con diffusi punti e strumenti in comune : Droga, Tatuaggi, orecchini per maschietti, piercing nei posti più inattesi,dissoluzione e violenze persino verso figli o genitori,  anarchia, Iphone (od altra diavoleria obbligatoria dalla culla in poi )… – tutto nel nome della libertà, dell’amore (poco puro) , della volgarità e blasfemia, della creatività ed altre amenità per l’elevazione morale, economica etc della società !

image003

http://www.blogosocial.com/crocefisso-immerso-nel-piscio/

http://www.lintraprendente.it/2015/11/la-mostra-che-umilia-cristo-e-omaggia-lislam/

 

QUESTA DEV’ESSERE VERA ARTE PERCHÉ IL CARO MINISTRO DARIO FRANCESCHINI (PD) HA RITENUTO DI PATROCINARNE LA MOSTRA A LUCCA

 

Ora solo per fare qualche esempio si potrebbe argomentare, agli incoscienti pro-accoglienza infinita ed a tutti i costi (persino il Papa che non dovrebbe fare politica, ma curare le anime – il Presid.Mattarella etc) , che allora, se non c’è’ nulla da temere e possiamo vantare un clima sereno e sicuro, senza ripercussioni neanche sulla disoccupazione che ormai devasta anche noi, perché non togliere lucchetti e tenere porte aperte come si usava ai bei tempi di Benito ? Anche se è meglio usare altri accostamenti perché un certo Fiano (PD),tipo loquace e sovrapeso, il prossimo 25 Aprile presenterà una legge per sbattere in galera chiunque esponga o addirittura detenga pure  in casa propria ricordi anche familiari, cimeli, gadget et similia.

Già qualcuno teme d’indossare una camicia scura o quasi… nera e trema anche per uno stesso controllo delle mutande.

Credo proprio che la sua loquacità diverrà molto rauca ed il peso drasticamente crollerà in breve !

Fiano (ed anche Papa Francesco e Mattarella propagandisti di miraggi ed illusioni a proposito di frontiere spalancate ,godendo ormai l’Italia  di un clima d’idilliaca sicurezza sociale)  ricordate che durante il fascismo si dormiva con le porte aperte e c’erano le deprecate,ma salutari e sicure, “case chiuse”;  oggi invece si dorme con le porte chiuse,anzi sbarrate, ed i bordelli a cielo aperto!

Eppoi tutti sanno anche che oggi,per restare in Italia senza scomodare lo scenario mondiale a dir poco preoccupante e vomitevole per il tramonto dei valori fondanti dell’Occidente, i più accesi di entrambe le “tifoserie“ politiche sono troppo diversi su certi aspetti non secondari: dal livellamento egualitario, alla meritocrazia selettiva ; dal permissivismo buonista, alla severità per l’ordine sociale e naturale; dalla libertà di droghe sempre distruttive, al maggior contrasto ; dal materialismo ateo e dei soli diritti, all’idealismo fideista e per l’equilibrio tra diritti e doveri;  dalla lotta di classe, al capitale e lavoro a braccetto; dalle manifestazioni e tumulti persino con molotov ed impunite, alle “adunate sediziose” senza molotov e poi quasi sempre punite , spesso in concomitanza con qualche  contromanifestazione di “Centri antagonisti” persino non autorizzata; infine a chi appartiene il fronte degli anarchici ,degli “ideologi dell’omosessualità”, dei No Tav, No Global  etc …..?

Ovviamente anche le pietre lo sanno (tranne forse governanti e magistrati, in fondo proprio loro i massimi responsabili. I primi di passaggio per poi sparire dopo l’accaparramento di prebende e pensioni esagerate , i secondi compiti certamente decisivi che, pur essendo i pilastri portanti delle ns.Istituzioni, si fanno influenzare da una decisa minoranza dalle sentenze vergognose), ma ormai il relativismo imperante anche della Legge, sfuma un po’ le differenze con limiti meno netti, ma è pur vero che le differenze sono macroscopiche e vengono sempre a galla anche se … pesano come macigni!

http://mussolinigiudicatodaglistranieri.blogspot.it/  Persino il nemico della “perfida Albione” – Churchill disse: Il 20 Gennaio 1927, a conclusione di una visita a Mussolini il Cancelliere britannico, tenne una conferenza stampa durante la quale fece senza riserve gli elogi dello statista italiano. Il colloquio a Palazzo Venezia era durato oltre un’ ora e Churchill disse “Non potei non rimanere affascinato, come tante altre persone, dal cortese e semplice portamento…. E’ facile accorgersi che l’ unico suo pensiero è il benessere durevole del popolo italiano, così come egli lo intuisce e che qualunque altro interesse di minore portata non ha per lui la minima importanza….  Se fossi italiano, sono sicuro che sarei stato interamente con voi dal principio alla fine nella vostra lotta vittoriosa contro i bestiali appetiti e le passioni del leninismo” . In altre occasioni dirà ancora e con maggior impegno “Il genio romano impersonato da Mussolini. Il più grande legislatore vivente a mostrato a molte Nazioni come si può resistere all’ incalzare del socialismo e ha indicato la strada che un paese può seguire quando sia coraggiosamente condotto. Col Regime Fascista, Mussolini ha stabilito un centro d’ orientamento, dal quale i paesi, che sono impegnati nella lotta a corpo a corpo col socialismo, non devono esitare a essere guidati…. Mussolini, il grande legislatore dei nostri tempi, ha additato ai popoli che sofrono sotto l’ influenza marxista, la via per evitare la catastrofe che li minaccia. Le leggi del Duce e dei suoi fedeli sono una pietra miliare nell’ evoluzione mondiale….”

 


Da: Circolo Culturale Excalibur [mailto:ruggierogianfredo@libero.it]
Inviato: mercoledì 17 aprile 2013 19:00
A: leonida.laconico@inbox.com
Oggetto: 25 APRILE 1945, FU VERA GLORIA? – ’13

 


25 APRILE, FU VERA GLORIA?

La storia non si celebra, si studia

di Gianfredo Ruggiero


In allegato articolo stampabile.

Ogni anno, con l’approssimarsi del 25 aprile, si susseguono a ritmo incalzante le rievocazioni della guerra di liberazione. E’ un crescendo di manifestazioni, convegni e interventi per celebrare degnamente il sacrificio dei partigiani e di quanti si immolarono per riportare in Italia libertà e democrazia. Le piazze si tingono di rosso e i ricordi della barbarie nazifascista riaffiorano alla mente.

Tutto bene tranne che…

Dei crimini compiuti dai fascisti durante la guerra civile sappiamo tutto o quasi, ma cosa sappiamo delle nefandezze perpetrate dai partigiani durante e dopo la fine del conflitto? Poco, molto poco.

Conosciamo tutti la triste vicenda dei 7 fratelli Cervi uccisi dai fascisti (è stato perfino tratto un film), ma quanti conoscono l’altrettanto dolorosa storia dei 7 fratelli Govoni, tra cui una donna, assassinati dai partigiani perché uno di essi vestiva la camicia nera?

– LEGGI IL SEGUITO NEL LINK  >    https://excaliburitalia.wordpress.com/2015/04/04/25-aprile-fu-vera-gloria/

LINK >  http://www.laltraverita.it/documenti/aderirono_alla_rsi.htm  ALCUNI FAMOSI DELLA RSI, LA PARTE SBAGLIATA !?

http://www.ilgiornale.it/news/cultura/lettera-claretta-duce-834356.html     La lettera di Claretta al Duce

http://digilander.libero.it/lefoibe/   LE FOIBE – 60 ANNI DI SILENZI

image007http://www.leganazionale.it/  www.anvgd.it  www.unioneistriani.it  www.exilio.it  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

image010

LINK > http://www.lavocedelmarinaio.com/2014/12/a-proposito-dei-libri-navi-e-poltrone-settembre-nero-e-sopra-di-noi-di-antonio-trizzino/ Navi e poltrone e Settembre nero-I   soliti tradimenti-Trizzino

LINK > http://www.mirorenzaglia.org/2010/02/sicilia-1943-come-ti-faccio-perdere-la-guerra/  Settembre nero-Sicilia 1943. Come ti faccio perdere la guerra-Trizzino

 

https://www.google.it/search?q=%E2%80%9C+Crimini+contro+gli+italiani&biw=1366&bih=661&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ved=0ahUKEwj_leWOiaXMAhVsIcAKHRiBDtgQsAQIUQ&dpr=1   CRIMINI CONTRO GL’ITALIANI

15.4,’16                                                                Leonida Laconico

image012BAMBINO CHE NON HA CERTO 4 ANNI, MA QUELLO DI CANTU’ E’ STATO SBALORDITIVO E MERITEREBBE QUANTOMENO LA MEDAGLIA OLIMPICA DELLA NUOVA DISCIPLINA SPORTIVA PER I SALUTI ROMANI PIU’ GAGLIARDI E SCATTANTI (al contrario della diffusa obesità odierna) , ANCHE PERCHE’ LA MANO APERTA NON VUOLE NASCONDERE NULLA, INVECE UN PUGNO CHIUSO…………–FIANO QUESTA SAREBBE LA PROPOSTA PER IL COMITATO OLIMPICO INVECE DELLA TUA BOIA.. LADRO!

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11788412/Cantu–all-asilo-un-bambino.html

http://www.ilgiornale.it/news/politica/saluto-romano-bimbo-scuola-bufala-repubblica-1128468.html

Cacciamo il criminale terrorista in erba (il bambino di 4 anni che ha “OSATO” segnalarsi come pericoloso fascista ) od i virtuosi ed illuminati (le maestre o La Repubblica con i rispettivi lettori del .. Kaiser )?

image013

image014

 

 

 

 

 

 

Pd, carcere a chi fa saluto romano o vende Mussolini

26 Ott , 2015

In galera, in galera! L’ultima crociata del Pd di Matteo Renzi l’ha lanciata il possibile candidato sindaco di Milano, Emanuele Fiano. Che il 2 ottobre scorso ha presentato una proposta di legge firmata da altri 63 suoi compagni di partito per mandare in galera chi fa il saluto romano o commercia in immaginette, busti e ricordi vari di Benito Mussolini.

busto_mussolini_1I 64 deputati del Pd chiedono di introdurre nel codice penale un nuovo articolo, il 293 bis, che prevede la pena della reclusione da sei mesi a due anni per chiunque “propaganda le immagini e i contenuti propri dle partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, ovvero delle relative ideologie, anche solo attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli ad essi chiaramente riferiti, ovvero ne richiama pubblicamente la simbologia o la gestualità”.

 

 

 

vinifascioUna proposta che oltre a riempire non poco le patrie galere avrebbe l’effetto di azzerare il Pil a Predappio e dintorni, dove il merchandising del Duce ancora fa ottimi affari, vendendo ricordi, immaginette, cimeli (busti, quadri, monete) e perfino bottiglie di vino dedicate a Mussolini. Secondo Fiano & c dovrebbero finire in galera non solo i produttori, ma anche i vari commercianti al dettaglio o gli ambulanti che vivono di quello. “Sono ormai frequenti”, spiegano, “i fatti di cronaca che riportano la denuncia e lo sconcerto da parte dei turisti in viaggio nel nostro Paese che si trovano di fronte a vetrine che pubblicamente espongono oggetti o immagini che si richiamano a tali ideologie”.

 

fez_gerarca_fascista_con_fregioQuanto al saluto romano, Fiano se la prende con il tribunale di Livorno che nel marzo scorso “ha assoplto quattro tifosi scaligeri ripresi dalle telecamere nell’atto di compiere il saluto romano durante la partita di calcio Livorno-Hellas Verona del 3 dicembre 2011”. Siccome oggi “il saluto romano non costituisce reato perchè non è punibile il gesto in sè”, è necessario per il Pd “un intervento normativo che colpisca in maniera inequivoca l’espressione di un gesto così inequivocabilmente legato alla retorica del passato regime fascista”. Non sarà per altro semplicissimo per i magistrati decidere: circolano molte foto di personaggi (da Renzi a Ignazio Marino) colti nell’atto di salutare con la mano destra e il braccio teso davanti a sè. Rischieranno la galera pure loro se un pm applicherà alla lettera la legge?

 

ducenostroGià in questo post con le immagini che pubblichiamo per fare capire, rischiamo una decina di anni di carcere. Perchè la proposta prevede pure una aggravante (un terzo di pena in più, quindi da un minimo di 8 a 32 mesi di carcere) per chi diffonde gadget e immagini fasciste “attraverso strumenti telematici o informatici”. Pronti dunque ad arrestare chiunque le diffonda su facebook o i social network, “terreno privilegiato attraverso le nuove tecnologie che consentono con pochi click di veicolare messaggi, immagini o simboli a una platea di destinatari certamente sconosciuta ai tempi in cui fu approvata la legge Scelba”, che vietava la riorganizzazione del disciolto partito fascista.

 

 

Commenti all’articolo

  • seastudio

18 Gennaio 2016 – 10:10

E’ un imbecille!!! a questo punto mettiamo in galera chi fà il saluto comunista !!!

Report

Rispondi

  • mausantasan

04 Novembre 2015 – 19:07

bello vedere che chi non concorda con voi iene censurato

  • Linus70

03 Novembre 2015 – 20:08

ma che imbecillata, si vede che non hanno niente da dire e niente da fare sul concreto per risolvere i problemi strutturali e gravi del paese e dei cittadini!!!!!!

Report

  • albertoperutelli

03 Novembre 2015 – 17:05

E chi saluta con il pugno chiuso? I morti che si contano dall’una e dall’altra parte sono molto a favore dei compagni in quanto si parla di circa 100 milioni fra russi, polacchi, tedeschi, italiani (complice Togliatti) , ecc. Ma abbiamo perso la guerra e questo ci condanna per l’eternità. A più di 70 anni dalla fine della stessa come ci ritroviamo con questi soloni?

Report

Paolo Bocchi Ferrari

ma andate a cagare!!!!

Mi piace · Rispondi · 3 · 26 Ottobre 2015 11:50

 

Giuseppe De Bello ·

Zevio

In fatto di proposte idiote siamo proprio alla frutta

Mi piace · Rispondi · 5 · 26 Ottobre 2015 14:05

Bruno Giuseppe Cellura ·

Rome, Italy

Io instaurerei il reato di Idiozia Aggravata……

Mi piace · Rispondi · 14 · 26 Ottobre 2015 23:40

Giuseppe Iannello ·

Consulente presso Libero professionista

come diceva Toto? “Mani faccia un piacere”

Mi piace · Rispondi · 4 · 27 Ottobre 2015 0:59

Ely Nutellini Landi ·

Firenze

Purtroppo stiamo scivolando verso una dittatura oppressiva … gia’ e’ in vigore la censura su determinati temi .. come suicidi, fallimenti e come sbarchi. della serie in italia tutto va’ ben, adesso si stanno muovendo per imporre lo staliniano pensiero unico …. gulag docet … facciamo attenzione alla follia che sta bruciando i neuroni di questa gente illegale al potere .. buongiorno !!!

Mi piace · Rispondi · 6 · 27 Ottobre 2015 1:04

Lorenzo Talevi ·

Lavora presso Suonatore Di Campane

Non sono riuscito ad arrivare alla fine dell’articolo.. ho dovuto interrompere la lettura prima quando mi hanno iniziato a girare le palle…..Fiano…pensa al pugno chiuso di Lenin, Stalin, Pol pot, Mao…e ti tutti i partigiani che hanno ucciso per ritorsione a guerra finita… (e ai tanti morti che hanno fatto sotto il nome del comunismo)…a Predappio, persino un sindaco comunista tollera chi vende articoli (doveva esserci domenica 25/10/2015.)…a sto compagno mentecatto lo esorto a leggersi un libro (non indottrinato) dove lo aiuterebbe ad “avere” le idee un po più chiare ……”Fascismo : Stato sociale o dittatura?” ….e vorrei concludere….”Per noi fascisti il popolo non è una astrazione della politica, ma è una realtà viva e concreta. Io soffro per i dolori del popolo. Il nostro amore per il popolo, amore
armato e severo, è tutto vibrante di una profonda e consapevole umanità.
Benito Mussolini

Mi piace · Rispondi · 11 · 27 Ottobre 2015 2:10

Ernesto Luciana Arduini ·

ITC Leonardo Da Vinci

la mamma degli imbecilli è sempre incinta.

Mi piace · Rispondi · 4 · 27 Ottobre 2015 5:39

Chris Kelvin

Dipende tutto dai punti di vista: io per esempio proporrei il carcere per il parassita Fiano.

Mi piace · Rispondi · 4 · 27 Ottobre 2015 5:43

Vittorio Scialpi ·

Sapienza Università di Roma

Della serie: “se non sono cogl…..ni non li vogliamo. Per chi li ha votati propongo il taglio della mano come ladri di libertà

Mi piace · Rispondi · 1 · 27 Ottobre 2015 6:19

Vittorio Scialpi ·

Sapienza Università di Roma

Per gli utili idioti, vorrei ricordare che il personaggio Benito, con quel che segue, fa vendere bene e ha sfamato con la Sua immagine anche troppi comunisti. Quanti tutt’ora campano, soltando dicendo che gli sono contro, alzino la mano destra.

Mi piace · Rispondi · 4 · 27 Ottobre 2015 6:23

Rosario D’Amico ·

Lavora presso Tecnico Impiantista in pensione

Emanueluccio non ha altro a che pensare…..Canditato Sindaco booooooooo. v.a.c

Mi piace · Rispondi · 27 Ottobre 2015 7:33

Fulvio Cazzaniga ·

Consulente Aziendal presso Cernusco sul Naviglio

non se può più di questo pattume fascista che invade i social come questo. esaltazione ignorante di un regime dittatoriale. leggevo proprio ieri dell’umiliazione patita dal grande musicista ottorino respighi che venne malmenato da una squadraccia fascista perchè si rifiutò di suonare giovinezza prima di un concerto a roma. e così pure toscanini.

Mi piace · Rispondi · 27 Ottobre 2015 7:34

Donatella de Masi ·

Università degli Studi di Salerno

Penso che a vigliaccheria anche i partigiani non scherzavano. Ti rammento l’omicidio di Giovanni Gentile, un uomo buono e un grandissimi filosofo. Lo uccisero a tradimento e sparirono nel buio, come era loro abitudine

Mi piace · Rispondi · 1 · 27 Ottobre 2015 11:03

Fulvio Cazzaniga ·

Consulente Aziendal presso Cernusco sul Naviglio

Donatella de Masi La risposta è quasi banale: senza il terrore creato dal fascismo non sarebbero mai nate le vendette (alcune sacrosante) dei partigiani. Quando vessi e opprimi devi aspettarti risposte violente.

Mi piace · Rispondi · 1 · 27 Ottobre 2015 11:23

Flavio Zamuner

Fulvio, ai giorni nostri ci sono feste dell’unità e del pd che obbligano le orchestrine a suonare ancora bandiera rossa. Due annia fa ne ho sentita una che per dispetto l’ha suonata in due tonalità diverse contemporaneamente, il risultato una stonatura orrenda. L’orchestra se la rideva a crepapelle e i fessi rossi applaudivano

Mi piace · Rispondi · 1 · 30 Ottobre 2015 9:29

 

Aula vuota alla Camera, sfregio ai Regeni

Non c’era nessuno nell’aula della Camera dei deputati giovedì 31…

L’orgoglio di Rampelli: tutta Sel con la Meloni

Sembra un mondo capovolto. Ecco il capogruppo di Fratelli di…

Meloni in campo a 360°

Ecco girato a 360 gradi il discorso integrale con cui…

 

http://www.ilgiornale.it/news/politica/pd-vuol-sbattere-galera-chi-possiede-gadget-fascisti-1244152.html   

 

Il Pd vuol sbattere in galera chi possiede gadget fascisti

Il Pd, entro il 25 aprile, vuole approvare una legge che punisce da 6 mesi a 2 anni coloro che detengono oggettistica che si rifà al Ventennio

Francesco Curridori – Sab, 09/04/2016 – 16:08 Francesco Curridori – Sab, 09/04/2016 – 16:08

Hai il poster del Duce in cameretta? In galera! Hai i cd con ‘Giovinezza’ e gli inni degli anni ’20? In galera! Hai un portachiavi a forma di fascio littorio? In galera! Anziché risolvere il problema del sovraffollamento delle carceri il Pd ha la brillante idea di introdurre un nuovo reato. Entro il 25 aprile, giorno della Liberazione, il deputato Emanuele Fiano vuol far approvare una proposta di legge che è stata presentata il 2 ottobre 2015 e che prevede da sei mesi a due anni di reclusione per “chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, ovvero delle relative ideologie, anche solo attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti, ovvero ne richiama pubblicamente la simbologia o la gestualità”. La legge prevede, poi, l’aumento della pena di un terzo se il fatto è commesso con strumenti informatici. Quindi, d’ora in poi, se qualche nostalgico vorrà comprarsi su ebay il busto del Duce dovrà vedersela con Fiano. Ma come si dovrà comportare il legislatore con il figlio o il nipote di un volontario della milizia fascista che ha ereditato cimeli di guerra? E per chi possiede i libri di Renzo De Felice quale sarà la punizione? Sono da considerare alla stregua del Mein Kampf o tenerli nella propria libreria comporterà la galera? Dopo la frase della Boldrini che voleva cancellare la scritta Mussolini dall’obelisco del Foro Italico, questa sembra solo un’altra arma di distrazione di massa del Pd per nascondere le difficoltà del governo e raccattare voti alla sua sinistra…

Commenti

Raoul Pontalti

Sab, 09/04/2016 – 16:23

Bufala! Il semplice possesso di cimeli o anche di oggetti riproducenti simboli fascisti non è punito da questa pur demenziale proposta legislativa che peraltro non vedrà mai la luce. Io nel mio piccolo ne sono zeppo, sia con (pochi) originali sia con molti reperiti nei vari mercatini e pertanto di dubbia origine ma non mi sento affatto spaventato.

sergione41

Sab, 09/04/2016 – 17:09

E fai bene Raoul Pontalti! Un povero ixxxxxxxe, come è probabilmente questo parlamentare, ancora ossessionato dal funesto fascismo dovrebbe emarginato in un isola deserta insieme a quelli altrettanto ossessionati dal funesto comunismo. Che c’entra Renzo De Felice? Peraltro un rispettabile storico che non ha mai preteso di esternare una verità assoluta. Anche i giornalisti pennivendoli, pescando dappertutto e enfatizzato o minimizzando tutto a secondo di chi si vuole influenzare, non sono certo migliori di questi poveracci frustrati, di sinistra e di destra, fermi a settanta anni fa e ancora continuamente dediti a rinfacciarsi fatti e pregiudizi noti e stranoti.

franco-a-trier-D

Sab, 09/04/2016 – 18:16

io invece metterei in galera i possessori di bandiere falce e martello quelle che sventolate nelle piazze pensando di essere i più furbi in Europa.

 

franco-a-trier-D

Sab, 09/04/2016 – 18:18

speriamo che i prossimi che andranno al governo metteranno fuorilegge questi cimeli comunisti.Bandiere comprese

swiller

Sab, 09/04/2016 – 18:35

Prima bisogna mettere in galera tutti i sinistri che sono anche peggio.

 

sergione41

Sab, 09/04/2016 – 18:47

Anche tu ” franco-a-trier-D “, sei un perfetto candidato per l’isola che sopra ho auspicato. Auguri, chissà come ti divertirai a scontrarti con gli altri ossessionati! Alla fine, non siete poi così diversi! Ancora praticare l’appiattimento totale a due ideologie superate tanto oppressive della libertà e che hanno causato tanti lutti nel mondo, vi accomuna certamente.

 

semovente

Sab, 09/04/2016 – 18:56

Ammesso che sia vero trattasi di proposta di una demenzialità assoluta. A casa ho una gigantografia di benito Mussolini in alta uniforme.

 

pensionesoavis

Sab, 09/04/2016 – 22:27

Io ho in casa il libro di Hitler,e ho tatuato sul braccio un legionario fascista con la scritta”credere,obbedire,combattere”ed il fascio del Littorio.Mi tagliano il braccio e poi mi mettono dentro per 2 anni?Ah,a proposito,mia madre di anni ne ha 94.E’ una memoria storica,in quanto è una delle poche persone viventi ad avere visto l’ascesa del Duce fino alla fine della guerra ad oggi…Secondo il Vangelo di Fiano deve essere incarcerata?Quello scemo si dedichi a cose più serie che non a venirci a rompere il ca@@o a noi.Intanto mi stracanno una bottiglia di vino del Duce.Alla facciaccia sua.Segue—>

 

Franco_I

Sab, 09/04/2016 – 22:32

Raoul Pontalti Sab, 09/04/2016 – 16:23: questa volta mi congratulo con Lei!!!

 

Franco_I

Sab, 09/04/2016 – 22:34

Prima ELIMINARE tutti i CORROTTI, FALSI, IPOCRITI e FINTI BUONISTI del Governo, poi si passa a simboli falce e martello e poi i simboli “fascisti”. Questa è equità intellettuale. BUFFONI!!

 

pensionesoavis

Sab, 09/04/2016 – 22:38

…segue—–>Un mio parente era uno dei fotografi ufficiali del Regime.Migliaia e migliaia di fotografie distrutte.Se ne sono salvate soltanto 5 dalle mani dei Liberatori della Patria.Una testimonianza storica cancellata.Fotografie del 1935 quando Hitler venne in visita a villa Pisani a Strà,del fronte russo,di quello Libico.del gran premio di Tripoli sparite.bruciate assieme a quel piccolo negozio che aveva,e che gli costò la sua fuga in Argentina durata 20 anni.Nel 1965 rientrò da quel paese per venire a morire in una italia che non lo meritava.Adesso i Pidioti si fanno il regalo del 25 aprile.Come se la festa fosse solo la loro.Speriamo sia una BUFALA.

 

Tino Gianbattis…

Sab, 09/04/2016 – 22:40

Mi autodenuncio venitemi a prendere cxxxxxxi!!!!

 

pinox

Sab, 09/04/2016 – 23:58

è un tentativo idiota -e quindi degno di loro- di cancellare tutta la storia che è stata antagonista alla loro meravigliosa ideologia che ha fallito in tutto il mondo.

 

MARCO 34

Dom, 10/04/2016 – 10:11

Io il 25aprile, che festeggio da sempre come il giorno del mio onomastico,sarò nella casa di un mio caro amico,sopra le colline di Sori (GE), per festeggiare con gli altri amici la “giornata della fava”, con tanto di formaggio e buon vino, con buona pace di Fiano


La scritta “Dux” sul monte Giano: ora il Pd arresti il boscaiolo

image027Dopo una nevicata ricompare la scritta Dux sul monte Giano. Chissà se Emanuele Fiano, insieme ai gadget di Mussolini, vorrà abbattere la montagna

Giuseppe De Lorenzo – Mar, 19/01/2016 – 13:25

commenta

Altro che gadget di Mussolini illegali, mille sanzioni a chi vende testoni del Duce e a chi li acquista.

Ora la battaglia di Emanuele Fiano, deputato Pd che ha avuto la “geniale” idea di provare a negare agli italiani il diritto di tenere un calendario del fascismo in casa, dovrà necessariamente trasformarsi in qualcosa di più grande. Più precisamente, dovrà abbattere una montagna. Oppure processare e condannare il boscaiolo.

Sì, perché il valente Fiano non ha pensato che oltre alle bottiglie di vino “nero” con la scritta “barcollo ma non mollo”, il Ventennio ha lasciato all’Italia qualcosa che difficilmente si può nascondere. E non parliamo solo dell’architettura, della cultura, delle sedi delle Poste Italiane, dell’Eur, di Cinecittà, di Latina, di Ansedonia, dell’Inps e di tante altre cose. Tra i lasciti del benemerito, c’è anche il Monte Giano alle porte di Rieti. Non che l’abbia formato il Duce, per carità, a quello c’ha pensato la natura. Ma sulla cima della montagna campeggia da decenni ormai la scritta DVX, composta da 20mila abeti. Tre semplici lettere che “dominano” Roma dal 1939. E che una legge regionale del 1998 salvò dalla deforestazione.

Da scritta celebrativa si è trasformata in monumento. Una cosa, insomma, che i turisti vengono a vedere. Come l’obelisco di Mussolini di fronte allo Stadio Olimpico di Roma. Quello, per intenderci, che qualche tempo fa Laura Boldrini propose di abbattere. Boldrini e Fiano, coppia d’oro. Armati contro ogni cosa ricordi anche lontanamente gli anni del Ventennio, le camicie nere con il fez in testa.

Ora, però, dovranno vedersela con una montagna. Già ce li immaginiamo, sega a motore in mano, trasformarsi in boscaioli. Non c’è altra soluzione per eliminare la scritta. Perché essendo riconosciuta come patrimonio artistico e monumento naturale, non c’è nessun nostalgico artista da dover ammanettare. L’onorevole Fiano dovrà farsene una ragione e mentre in auto arriverà a Roma, per non vederla, sarà costretto a voltare lo sguardo da un’altra parte. E magari ricordare che l’Italia, volenti o nolenti, un giorno è stata fascista. È storia, non apologia. Non c’è niente di più sciocco di chi, ancora, non riesce a guardare con occhio disinteressato quegli anni. Descrivendo – se volete – le sciocchezze del Duce, ma sottolineandone anche i (tanti) meriti amministrativi.


Un giorno Cicerone disse ai suoi discepoli: <La società è gravemente malata!> 

I discepoli preoccupati e stupiti dissero: <Dicci, maestro, quale malattia affligge il nostro popolo?>.

Cicerone rispose: <Le malattie sono due, contagiose, epidemiche e funeste per la società: la prima è la diarrea verbale, la seconda è la stitichezza mentale>.

OSSERVAZIONE: Da Roma imperiale a quella repubblicana (Presid.Napolitano 2013 d.C.), in duemila anni non è cambiato nulla.  (Dal n° 45 di OCCIDENTE”). F.G,

HOMO HOMINIS LUPUS – Visita il sito http://www.filippogiannini.it

N.B. 3,’14 – Io però, molto piu’ pessimista o realista del profondo F.Giannini, aggiungerei altre due malattie : la terza è l’immoralità abissale , la quarta è il maledetto buonismo mortale  del  politicamente corretto, frutto della democrazia in putrefazione.

Aggiungerei pure la viltà dell’Occidente nel lasciare quest’eredità alle generazioni  future già gravemente colpite dalle fatali attrazioni del consumismo materialista.

 

DALL’ANTIFASCISMO …. ALL’ANTEFASCISMO

image029

IL PARLAMENTO DEMOCRATICO ITALIANO DEI “PRIMATI”, AL LAVORO !                                                                                                                        

                                                          Leonida.Laconico

http://www.casuzze.it/files/I-PRIMATI-E-GLI-OMINIDI.pdf

 

FIANO PER CHIUDERE IN BELLEZZA ECCO L’INNO DEL MILITE IGNOTO CADUTO INVANO PER L’ATTUALE ITALIA A BRANDELLI PER GENTE COME TE !

inno-italia


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=2479

GUARESCHI AVEVA RAGIONE: DE GASPERI CHIESE AGLI INGLESI DI BOMBARDARE ROMA

Ma il dossier che dimostrava l’;innocenza dell’;inventore di don Camillo, nonché l’accordo segreto tra Mussolini e Churchill, fu consegnato dal PCI agli inglesi ed è sparito per sempredi Eugenio Ragno Il libro di Ubaldo Giuliani-Balestrino Il carteggio Churchill-Mussolini alla luce del processo Guareschi  (edito a Roma da Settimo Sigillo) è stato presentato a Milano, a cura dell’;UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’;Italia) alla presenza di un pubblico attento e interessato. Dopo il saluto del generale Giovanni Fantasia, hanno parlato il giornalista e storico Luciano Garibaldi e l’;Autore, noto giurista, nonché appassionato di storia militare e autore di libri storici di successo come Il segreto di Waterloo (2008).

Nel suo intervento, Giuliani-Balestrino ha posto in luce le illegalità del processo che condannò il grande scrittore Giovannino Guareschi, autore di Don Camillo, dimostrando che con quella condanna si volle smentire la validità del carteggio tra Mussolini e Churchill, carteggio che conteneva accordi precisi, visto che Mussolini ebbe a dichiarare: «Queste carte valgono una guerra vinta».

Guareschi aveva pubblicato su &quot;Candido&quot; ‒ il settimanale di cui era fondatore e direttore ‒ due lettere scritte da De Gasperi con le quali il futuro leader DC chiedeva agli inglesi, nel ‘;44, di bombardare la periferia di Roma. Le due lettere provenivano da un dossier venduto all’;editore di &quot;Candido&quot;, Rizzoli, da un ex ufficiale della RSI che lo aveva avuto in consegna da Mussolini, pochi giorni prima della fine, affinché lo ponesse al sicuro in Svizzera. Il dossier conteneva le copie fotografiche degli originali, gelosamente custoditi dal Duce in una borsa che portava sempre, giorno e notte, con sé. I documenti erano incominciati ad uscire sul settimanale &quot;Oggi&quot;, allora diretto da Edilio Rusconi e sicuramente il piùletto settimanale italiano. Ma, inaspettatamente, dopo le prime tre puntate, che avevano riscosso un enorme successo di vendite, la pubblicazione era stata sospesa, senza dare alcuna spiegazione ai lettori.

Evidentemente, un intervento dall’;alto. Guareschi, però, aveva messo le mani sulle due lettere di De Gasperi e le aveva pubblicate per fare un dispetto al premier democristiano che pure in passato aveva sempre appoggiato, ma che, in quell’;anno 1953, giudicava non abbastanza anticomunista. Dimostrare che le lettere di De Gasperi erano autentiche, avrebbe significato che era autentico tutto il dossier, comprese le lettere scambiate all’;inizio della Seconda Guerra Mondiale tra Mussolini e Churchill, in virtù di un accordo segreto tra i due leader per frenare lo strapotere di Hitler. Secondo la ricostruzione di Giuliani-Balestrino, anziché impossessarsi del Nord Africa e del mondo arabo, controllati dalla Gran Bretagna, Mussolini adottò il diversivo dell’;attacco alla Grecia, in accordo con Churchill. Cosa che il premier britannico mai avrebbe tollerato che venisse alla luce.

Da qui l’;interesse di Churchill e dei suoi stretti collaboratori (il generale Alexander e il colonnelloBonham Carter, che incontrarono a Londra gli emissari di De Gasperi) perché, in quel 1953, il carteggio venisse giudicato falso. Ciò che avvenne, appunto, con la condanna di Guareschi  ad un anno di reclusione per avere diffamato De Gasperi. Da parte sua, Luciano Garibaldi, noto studioso delle ultime ore di Mussolini, ha chiarito perché Mussolini, all’;atto della cattura, riferendosi alla borsa di documenti dalla quale non si era mai staccato, e che gli venne sequestrata da Urbano Lazzaro (il partigiano «Bill») disse a quest’;ultimo: «Queste carte valgono una guerra vinta». Ma le carte sparirono per sempre: consegnate, come Garibaldi ha raccontato, dal PCI a Churchill. Meno le copie portate in Svizzera, finite però anch’;esse nel nulla a seguito del processo Guareschi. In sintesi, come ha affermato Luciano Garibaldi, ciò convalida l’;ormai nota teoria della pista inglese secondo cui fu Churchill il responsabile della morte del capo del Fascismo e di Claretta Petacci, che conosceva tutti i suoi segreti.

Fonte: Corrispondenza Romana, 25/09/2012

Pubblicato su BastaBugie n. 265


http://www.liberoquotidiano.it/news/sfoglio/11868383/vittorio-feltri-duce-emanuele-fiano-.html  16.01.2016  Feltri manda l’on.Fiano (PD),  che proponeva la cancellazione di ogni traccia del Fascismo comprese Strutture , Istituzioni ancora in piedi e simboli vari, al diavolo invitandolo in redazione ad ammirare sul suo tavolo il testone del Duce.

C’e’ il forte sospetto che sia un fervente dell’Isis che ha distrutto vere opere d’arte ,dichiarate patrimonio dell’Umanità !!!

                                                                                                      Leonida Laconico