Politica, Sinistra

Salvini prigioniero delle Br: l’ultimo post choc degli anarchici

La pagina “Vento ribelle” scrive: “Ho un sogno”. E pubblica un fotomontaggio di ​Salvini prigioniero delle Brigate Rosse

 

“Incredibile. Questa è vera violenza”. Matteo Salvini si sfoga su Facebook

 

La pagina "Vento ribelle" scrive: "Ho un sogno". E pubblica un fotomontaggio di ​Salvini prigioniero delle Brigate Rosse
La pagina “Vento ribelle” scrive: “Ho un sogno”. E pubblica un fotomontaggio di ​Salvini prigioniero delle Brigate Rosse

Contro di lui è stata postata l’ennesimo, vergognoso fotomontaggio.

L’ultimo è ad opera di un certo “Vento ribelle” che ha ritratto il leader del Carroccio imbavagliato davanti al simbolo e alla scritta delle Brigate Rosse.

E, sopra l’agghiacciante fotografia in bianco e nero, campeggia il commento choc: “Ho un sogno”. “Non mi fanno paura – commenta il segretario della Lega Nord – mi danno ancora più forza: andiamo a governare”.

Il post è di ieri e non è più visibile sul social network. Ma Salvini ha fattolo screenshot e lo ha ripubblicato sulla propria pagina Facebook perché tutti possano vedere fin dove può spingersi l’odio politico. “Oggi stesso denunceremo l’autore – annuncia il leader del Carroccio – e attendo reazioni scandalizzate come quelle dei giorni scorsi dove è stato detto tutto e il suo contrario su episodi di presunta violenza”.

Non è la prima volta che Salvini viene minacciato sui social network. Anche nelle piazze gli slogan e l'”accoglienza” che gli viene riservata da no global, centri sociali e antagonisti è sempre violentissima. “Sono altrettanto sicuro – prosegue – che di fronte a tante inaccettabili minacce si aprirà anche un serio dibattito sulla violenza vera e non presunta”. A questo punto il leader della Lega Nord si augura che “dopo tante chiacchiere sulle fake news e la violenza su Facebook partano indagini vere e approfondite sull’autore di questo gesto”.

Fonte: Il Giornale


Il segretario della Lega specifica che il post è di “Vento ribelle”, di ieri. “Oggi stesso denunceremo l’autore – annuncia – e attendo reazioni scandalizzate come quelle dei giorni scorsi dove è stato detto tutto e il suo contrario su episodi di presunta violenza”. “Sono altrettanto sicuro – prosegue – che di fronte a tante inaccettabili minacce si aprirà anche un serio dibattito sulla violenza vera e non presunta. Ovviamente mi auguro che dopo tante chiacchiere sulle fake news e la violenza su Facebook partano indagini vere e approfondite sull’autore di questo gesto”.

“Provano a fermarci in tutti i modi. Calunnie, intimidazioni persino minacce ma nessuno può fermare chi ha il consenso della gente ed è forte della ragione delle proprie idee. A chi minaccia Matteo Salvini rappresentandolo come Aldo Moro consigliamo di trovarsi un buon avvocato, di studiarsi un pò storia e di parlare con le famiglie di chi è morto negli anni di piombo così da imparare un pò d’umanità. Siamo stanchi della democrazia a senso unico, della solidarietà a parti alterne. La violenza in ogni sua forma deve essere condannata senza se e senza ma. Dove sono oggi le anime belle della sinistra?”. Così i presidenti dei gruppi parlamentari leghisti, Massimiliano Fedriga e Gian Marco Centinaio

Francesco Storace (@Storace) ha twittato alle 0:38 PM on lun, dic 04, 2017:
La nostra dirigente Monica Nassisi, aveva segnalato ieri a Facebook la vergognosa foto che minaccia Matteo Salvini
La risposta del social network e’ allucinante: “Non viola gli standard della comunita’”. Sembra scritta da Laura Boldrini, per la serie due pesi e due misure 


Burle – Sinistra Mattacchiona

 

 

Leonida Laconico
Leonida Laconico

Comments are closed.