Giudici, Magistratura, Krancic, Mafia, Politica

Dell’Utri, accanimento terapeutico bocciato.quello giudiziario no, ma…Riina,Gramsci

Crimini & criminali: Sacerdote si chiede chi ha fatto più vittime tra Riiena e Bonino

La sinistra scopre Dell’Utri: “La detenzione è ingiusta”

Bersani chiede la scarcerazione, Renzi cure adeguate. Ma Orlando frena: “Valuta il tribunale di Sorveglianza”   Luca Fazzo – Lun, 11/12/2017 – 08:29

Di qua i conformisti, di là i coraggiosi e poi quelli che non si sbilanciano, si barcamenano, dicono senza dire.

La sinistra si trova, volente o nolente, a fare i conti con il caso Dell’Utri, e le diverse inclinazioni dell’animo umano si rispecchiano in pieno nelle reazioni dei leader post comunisti alla situazione critica dell’ex senatore di Forza Italia, richiuso in carcere nonostante condizioni di salute che gli stessi periti dell’accusa giudicano incompatibili con la detenzione.

Per Marcello Dell’Utri – che ieri ha ricevuto la visita in carcere di Gianfranco Rotondi – la notizia positiva è che il dibattito è aperto, e a interessarsi della sua sorte non sono più soltanto il centrodestra (da ultimo ieri Fabrizio Cicchitto, «senza una grazia presidenziale una condanna a sette anni rischia di trasformarsi in una condanna a morte») e alcuni irriducibili dei diritti umani come gli esponenti del Partito Radicale.
A sinistra, l’alfiere della linea dura continua ad essere Davide Mattiello, membro Pd della commissione parlamentare antimafia, che di tenere in cella l’ex parlamentare sembra avere fatto una questione personale, al punto da prendersela con la Corte Europea dei diritti dell’uomo, colpevole di avere criticato il reato di concorso esterno in associazione mafiosa. Mattiello, nel suo partito, pare sia assai temuto anche per la posizione che occupa, ed è forse anche per evitare di mettersi in contrasto con lui che  ……….  Evidentemente dietro  il  boia Mattiello c’è una cordata di …carnefici ! e la Magistratura che quando vuole … mette il naso dappertutto !?

Leggi tutto →    http://www.ilgiornale.it/news/politica/sinistra-scopre-dellutri-detenzione-ingiusta-1472622.html

Crimini & criminali: Sacerdote si chiede chi ha fatto più vittime tra Riiena e Bonino

 

Oltre al sacerdote ce lo chiediamo tutti, e se alla fine, tutti giudicano che rispetto al numero di vittime in senso generale, Riina, il capo dei capi, ne esce surclassato dalla abortista e pro-droghe, di conseguenza quanto può contare per un intellettuale ed uomo di profonda cultura come Dell’Utri, :  l’invenzione del reato di concorso esterno in associazione mafiosa !?

La MAFIA nel panorama della criminalità mondiale attiva con spargimento di sangue, diffuso si, ma relativamente rispetto a ben altre forme (scartando ovviamente le forme puramente politiche- burocratiche), può paragonarsi al cagnolino rispetto alle tigri ( terroristi ISIS, i vari guerrafondai-Napolitano,Obama, Blair,Sarkozy…- che ci costrinsero ad entrate nella fatale guerra contro Gheddafi, di cui qualcuno riconosce a posteriori la tragicità anche per le maggiori conseguenze che continua a pagare l’Italia e la Sicilia in particolare per l’invasione di immigranti indiscriminata ed il baratto tra prodotti agricoli – riduzione immigrati (mai comunque rispettato).

Da ricordare che la signora Bonino condivide con D’Alema, Clinton, Blair etc anche le migliaia di morti causati dai bombardamenti Nato in Serbia e Kosovo. Lei fu una delle maggiori sostenitrici della guerra. e degli aborti anche personalmente provocati ad altre. Ma non dimentichiamo che tanti altri sono negli anni i portatori di morte diretta ed indiretta,  infatti dietro il luccichio ed i frastuoni di concerti musicali (Lennon, Michael Jackson, Vasco Rossi …) a scopo di lucro la droga a fiumi ha causato le stragi maggiori tra gli stessi drogati, le loro vittime ed i familiari per estorcere denaro  per gli stupefacenti da comprare e non si tratta di decine, centinaia o migliaia , MA MILIONI ! Dietro le quinte scoprirete come anche parte della Magistratura non ha affatto a cuore la formazione, la salute, la vita delle future generazioni che , a parte ogni enfasi, sono le speranze di ogni Nazione !

Naturalmente lungi da me assolvere la MAFIA ed altre sosia (Camorra, ‘Ntrangheta, Cosa nostra, Sacra Corona Unita …) che, certo non morirà con la scomparsa del “Capo dei capi” grazie ad un’Italia democratica-progressista,imbelle e ” politicamente troppo corretta” ; è noto che solo nel ventennio subì un colpo mortale che li costrinse alla fuga negli Usa , che ce li restituì a fine ultimo conflitto con lo sbarco in Sicilia, premiandoli sindaci qua e là. Si può affermare quindi che la Repubblica nacque anche dalla…Mafia !

Leonida Laconico
Leonida Laconico

 


La giustizia politica da Gramsci a Dell’Utri: recrudescenza dell’odio politico ad hominem                                                                                                        venerdì, 8, 12, 2017 Di Gianmarco Landi

Niente Natale in ospedale per Marcello Dell’Utri che deve marcire in galera! Ieri 7 dicembre 2017 il Tribunale di Sorveglianza ha deciso così, anche se tutti i giuristi italiani intuiscono quanto questa condanna sia ingiusta un tanto meno alla sua inaccettabile pena.

Dell’Utri ha 76 anni, un cuore in condizioni pessime, il diabete elevato a rischio vita e un tumore maligno.

In virtù di una condizione incompatibile con il regime carcerario qualsiasi prigioniero simile in Italia sarebbe stato spedito in ospedale, ed invece la Giustizia riservata al più intellettuale dei berlusconiani è peggiore di quella che i fascisti riservarono a Gramsci, il primo intellettuale dei comunisti.

A differenza di Gramsci, Dell’Utri dovrebbe vivere gli ultimi anni della sua vita in carcere e magari affrettarsi a morire.

Il Procuratore generale nei giorni scorsi aveva dovuto inviare obtorto collo dei periti di sua fiducia per visitarlo, dopo che i periti della difesa avevano evidenziato le precarie condizioni di salute.

Anche i periti della Procura avevano dato lo stesso responso di quelli della difesa: le condizioni di Dell’Utri non sono compatibili con il regime carcerario e perciò avevano anche indicato una serie di ospedali capaci di salvarlo.

Ed invece il Procuratore generale di Roma, evidentemente laureato su testi medici di nuova concezione democratica, ha smentito i suoi stessi periti senza scrupolo ed umanità.

Non si sa nulla in Italia di precedenti del genere che infatti profilano un accanimento giustizialista intriso di una cattiveria, un’arroganza e una furiosa ignoranza da campioni assoluti in bestialità giacobine.

Come ha potuto un procuratore non credere ai periti che lui stesso aveva nominato? Qual è il criterio alla base di una decisione che dovrebbe essere basata sul diritto e non sul mero arbitrio?

Chi conosce i motivi per cui Dell’Utri fu condannato a 7 anni di carcere appena Berlusconi fu spodestato da Napolitano e poi tradito da Alfano e le sue truppe di filibustieri sedotti dal PD, ……..

 

Leggi tutto →    http://www.imolaoggi.it/2017/12/08/la-giustizia-politica-da-gramsci-a-dellutri-recrudescenza-dellodio-politico-ad-hominem/

Crimini & criminali: Sacerdote si chiede chi ha fatto più vittime tra Riiena e Bonino

Approfondimenti

La MAFIA nel panorama della criminalità mondiale attiva con spargimento di sangue, diffuso si, ma relativamente rispetto a ben altre forme (scartando ovviamente le forme puramente politiche- burocratiche), può paragonarsi al cagnolino rispetto alle tigri ( terroristi ISIS, i vari guerrafondai-Napolitano,Obama, Blair,Sarkozy…- che ci costrinsero ad entrate nella fatale guerra contro Gheddafi, di cui qualcuno riconosce a posteriori la tragicità anche per le maggiori conseguenze che continua a pagarel’Italia e la Sicilia in particolare per l’invasione di immigranti indiscriminata

Da ricordare che la signora Bonino condivide con D’Alema, Clinton, Blair etc anche le migliaia di morti causati dai bombardamenti Nato in Serbia e Kosovo.
Lei fu una delle maggiori sostenitrici della guerra. … Leggi Tutto   Articolo:  Riina-Bonino, ma non dimentichiamo tanti altri che hanno strabattuto il “capo dei capi” – Vignette di Alfio Krancic.

 

 

Comments are closed.