Destra, Elezioni Regionali Sicilia, Fascismo, Giudici, Magistratura, Governo, Pane, Politica, Preghiera, Toscana

PONTEDERA,S.GIULIANO TERME(PI)- DALLA TESSERA ANTIFASCISTA A QUELLA DEL ..PANE

 

 

Evidentemente a qualcuno nei paraggi delle sinistre sfugge il senso del ridicolo!

Da recentissimo lo sfrenato tentativo di delegittimare a tutti i costi il risorgere prepotente delle destre , dopo l’ovvio autoaffondamento di vari governi imposti dal sovietico Napolitano, fino a scoprire di colpo la vergognosa realtà, già evidente  anche se in po’ ovattata,  ma ormai ufficiale, di aver avuto per tanti anni un vero soviet tra le più alte cariche alla guida della nazione.

 

Poi hanno tentato di offuscare il successo di Casapound ad Ostia accostandolo al clan mafioso del caprone Spada (quello della testata al giornalista che se l’è cercata!), che invece risultò braccio destro di Grillo, prevalso nelle elezioni col contributo sinistro.

 

A Firenze un giornalista scova in un caserma dei carabinieri una bandiera tedesca, dopo una settimana di can can con la certezza che si trattava di una bandiera nazista, tutto è crollato, essendo prussiana, con una chiara smentita, a cui è seguita la doverosa e coraggiosa denunzia del Gen.le dei Carabinieri Pappalardo alla Pinotti che osò concedere da ministre..ssa della difesa la medaglia d’oro al sanguinario partigiano della strage di Schio a conflitto già concluso da un pezzo, senza rimettere il suo disonorevole mandato con le proprie dimissioni.

L’elenco recente è veramente infinito, ma l’ultima che riguarda , sempre Pisa, vera centrale sovversiva, merita un’attenzione per valutarne l’esito:

 

Il manifesto fa scandalo. Sui muri della questura di Pisa finisce Lotta Continua

Il poster alla scrivania del sottocommissario Imbarazzo nell’ufficio: «Un trofeo di guerra»

Rachele Impero – Mar, 12/12/2017 – 15:11

Pisa Un ossimoro, un trofeo di guerra o un simbolo con lo stesso valore dello scudetto del Pisa e del Crocifisso appesi alla stessa parete? C’è un manifesto di Lotta Continua in una stanza al secondo piano della Questura di Pisa. È incorniciato dietro alla scrivania del sottocommissario che lavora in quella stanza e che, a chi ha chiesto ragione di quella strana presenza, avrebbe risposto farfugliando e con visibile imbarazzo: «È un trofeo di guerra». Una risposta forse evasiva, forse sincera, chi può dirlo.

Il problema, come sempre, è l’opportunità. Pochi giorni fa ha fatto scalpore la bandiera prussiana nella camerata di un carabiniere a Firenze,…

Nella questura di Pisa c’è un sottocommissario che ha appeso alla parete «Un trofeo di guerra»    !!!!?????

LEGGI TUTTO:  http://www.ilgiornale.it/news/politica/manifesto-fa-scandalo-sui-muri-questura-finisce-lotta-1473322.html

 

 

 

Tra tessere di necessità (per pane ed alimenti) e tessere o certificati di stupidità (di antifascisti anche abiuri) c’è una bella differenza , anche se hanno qualcosa in comune, sono entrambe frutti di guerra.

Le prime riferite alle ristrettezze che emerse, come in ogni guerra, nell’ultimo conflitto mondiale  , le seconde tessere a quella in corso dichiarata per controbattere in modo ridicolo il risveglio dei dinosauri di destra che cominciano ad incutere timore per il crollo che subiranno, se solo gl’italiani riuscissero a tradurre i macelli prodotti in ogni ambito, contrariamente alla loro quotidiana glorificazione del …cavolo, basata su un’immensa, presuntuosa e perdurante demagogia, finalmente venuta a galla in ogni strato sociale del circo Italia.

 

Ora però siamo in una guerra, più sbagliata della precedente che ha provocato si perdite umane e macerie materiali, mentre ora si vogliono distruggere anime, civiltà, tradizioni millenarie, economie e profonde confusioni sessuali contronatura …, insomma umanità addio !

 

 

Oggi continua un’assurda guerra ideologica con invenzioni a getto continuo di sprechi per cose insensate, non mi meraviglierei se dovesseo pretendere anche il certificato di vaccinazione antirabbica perché hanno percepito che se le destre si arrabbiano di più, si renderebbe necessario.

A tal proposito, restando al presente,  per produrre un esempio contrapposto al certificato di stupidità vorrei proporre una tessera virtuosa con la raccomandazione di leggere prima:  “La preghiera, del pane”, che oltre ad invocare il rispetto per i bisogni essenziali senza sprechi, ha rappresentato un presagio illuminante per le future generazioni. Infatti la lettura sarebbe un sicuro disintossicante contro l’avvento del consumismo, inventato scientificamente, ha prodotto la presunzione di aspettative crescenti all’infinito ed a portata di mano senza affanni e sudore; superficialità diffusa senza analisi approfondite e la cancellazione  del concetto di rispetto in tutte le direzioni, portandoci ormai dall’apice dell’abbondanza materiale e del superfluo, alla fame innanzitutto  dei Valori e di conseguenza alla fame economica,alimentare e di lavoro, spesso “finto”.

In fondo con la sconfitta del conflitto mondiale abbiamo dovuto ereditare l’essenza delle 2 principali dottrine che alla fine si fondono nel Materialismo – Progressista – (quasi) Democratico: gli USA quello capitalistico, l’URSS quello comunista-ateo.

Oggi finalmente, dopo le strepitose vittorie, chiunque ,non di parte, riesce a toccare con mano il tenebroso tramonto dell’Occidente per aver abiurato certi Princìpi fondamentali ed irrinunciabili.

Ebbene ora, non volendo riconoscere i propri misfatti, ai già citati Progressisti – (quasi) Democratici non resta che ribaltare con l’accanimento di puerili invenzioni anche con la tessera del Pane .    https://www.google.it/search?q=tessera+del+pane+fascismo&tbm=isch&source=iu&ictx=1&fir=ZkCW_tg2DrgnMM%253A%252CmpzNJstsP2CitM%252C_&usg=__vRJ9ejBwzKyX2UD2rR7UjzEkQ5c%3D&sa=X&ved=0ahUKEwi48JDF8YnYAhXIchQKHcnPDNsQ9QEIMjAB#imgrc=ZkCW_tg2DrgnMM:

 

Ma sorge persino il sospetto che si stia sottacendo la speranza che, per star con l’anima in pace, gl’italiani corrino a prendere anche un’altra tessera, quella ….. del PARTITO 

 

 

http://benitomussolini.altervista.org/mussolini-e-la-preghiera-del-pane/

 

La preghiera del pane

Amate il pane
cuore della casa,
profumo della mensa,
gioia del focolare.

Rispettate il pane:
sudore della fronte,
orgoglio del lavoro,
poema di sacrificio.

Onorate il pane:
gloria dei campi,
fragranza della terra,
festa della vita.

Non sciupate il pane:
ricchezza della Patria,
il più soave dono di Dio,
il più santo premio
alla fatica umana.

 

 

http://www.controradio.it/pontedera-vigili-multano-forza-nuova/

Pontedera: vigili multano Forza Nuova    4 dicembre 2017

ll movimento di estrema destra non ha sottoscritto il modulo con il quale si dichiara estraneità a “fascismo, razzismo, xenofobia, antisemitismo e omofobia” da allegare alla richiesta di concessione spazi pubblici per manifestazioni politiche.

Per  ottenere la concessione di spazi pubblici, d”ora in poi a Pontedera (Pisa) associazioni e movimenti dovranno compilare un modulo con il quale dichiarare estraneità a “fascismo, razzismo, xenofobia, antisemitismo e omofobia” da allegare alla richiesta di concessione. Lo stabilisce una mozione presentata dal centrosinistra e approvata anche dall”opposizione (esclusa Forza Italia) martedì scorso dal consiglio comunale. La recente disposizione ha già fatto una prima “vittima”: il movimento di estrema destra Forza Nuova, che non aveva sottoscritto il modulo,  venerdì scorso è stato sanzionato dai vigili urbani inviati nel luogo dove il movimento stava svolgendo un”iniziativa pubblica.

La mozione che introduce il modulo ”antifascista” è stata presentata dal Pd e dalla lista civica Arancioni per Pontedera, che sostengono la giunta di centrosinistra, ma ha ottenuto l”approvazione anche di alcune forze di opposizione come il Movimento cinque stelle e di un”altra lista civica. Unici contrari i due consiglieri di Forza Italia.Anche la Lega Nord, che non siede in consiglio comunale, ha però sottoscritto senza problemi il nuovo documento per svolgere nei giorni scorsi un”iniziativa in piazza, mentre gli alleati del Carroccio di Fratelli d”Italia hanno invece idee diverse e gli esponenti locali del partito di Giorgia Meloni hanno già fatto sapere di “non essere disposti” a sottoscrivere il modulo.

D’accordo con l’iniziativa  il consigliere regionale dem, Andrea Pieroni, secondo il quale è necessario “respingere il fascismo sempre e comunque” e che “certe denunce sono medaglie al petto: chi non ripudia chiaramente e nettamente l”ideologia fascista e la deriva razzista e xenofoba è fuori dalla comunità democratica del nostro Paese”. I segretari provinciale e pontederese del Pd, Massimiliano Sonetti e Floriano Della Bella, aggiungono “il Pd è fermo e convinto a mantenere sempre la propria posizione antifascista a difesa dei valori della Resistenza, della Costituzione” perché “è un filo rosso che unisce tutte le forze politiche democratiche che si riconoscono nei valori della Resistenza, della Costituzione e della Repubblica Italiana, insieme ad una magnifica rete associativa laica e cattolica che raccoglie gli insegnamenti di libertà democratica”.

 

“Pieno sostegno al sindaco pontederese, Simone Millozzi che ha inviato i vigili a sanzionare Forza Nuova per occupazione abusiva del suolo pubblico venerdì scorso”.

 

COMMENTO:

Ospite

LEONIDA+LACONICO

DOPO UNA PREMESSA D’OBBLIGO : O I PROPONENTI DELLA DISPOSIZIONE SONO TROPPO CORAGGIOSI O TROPPO CRETINI, IO PROPENDO SENZA ESITARE CHE SONO SEMPLICEMENTE DA MANICOMIO!! TRA IGNORANZA E FAZIOSITA’ SI POTREBBE FARE UNA CERTA DISTINZIONE, MA QUANDO LE DUE VIRTU’ INDICATE SI SOMMANO UNA CURA INTENSIVA E’ INEVITABILE PER EVITARE CHE SIMILI PROPOSTE POSSANO PRODURRE DALLE SONORE PERNACCHIE A CONSEGUENZE MENO GOLIARDICHE. GIA’ NEI LIBRI PER LE SCUOLE ELEMENTARI E’ EVIDENZIATO CHE IL COMUNISMOHA PRODOTTO 10 VOLTE DI DANNI E … IL LUPO PERDE IL PELO, MA NON …. LE ATTUALI PERSECUZIONI SANGUINARIE (Maduro,Venezuela + Korea del Nord con fuochi d’artificio strani e non per le feste patronali, c’è chi li definisce bombe atomiche + Birmania con sanguinose persecuzioni…).
Auguri per l’energica cura
Leonida Laconico

Mi piace00Non mi piace Rispondi

 

NEL SUDDETTO ARTICOLO (in caratteri ROSSI), ESEMPLARE IL CONCETTO, VERAMENTE LIBERALE E DEMOCRATICO.

 S’INVOCA PERSINO, CON RARO ACUME, LA CONDIVISIONE PER OTTENERE LA “SPONTANEA ADESIONE” AI VALORI DELLA resistenza ….- SCONVOLGENTE !!!!!!!!!!!!!               Leonida Laconico

 

L’ultimo bavaglio rosso: certificato di antifascismo per scendere in piazza

Lo richiede il Comune di San Giuliano Terme. Provvedimento simile sarà votato a Pisa   Eleonora Mancini – Sab, 11/11/2017 – 14:05

Pisa – Niente eventi pubblici senza certificato antifascista. È la novità introdotta dal comune di San Giuliano Terme –Pisa, nel regolamento Cosap, per la concessione degli spazi pubblici.

Il provvedimento è stato votato dal Consiglio comunale pochi giorni fa e prevede che, chiunque organizzi un evento pubblico – che sia un semplice banchetto di raccolta firme, una sagra, un mercato – debba sottoscrivere, oltre ai consueti certificati, anche un modulo in cui dichiara di combattere il razzismo e di riconoscersi nei valori della Resistenza e dell’antifascismo.

A chi contravviene alla nuova regola sarà negato il permesso e sarà punito con una sanzione amministrativa chi vende oggetti fascisti. Il comune di San Giuliano è il primo in Toscana ad aver adottato un simile provvedimento che presto sarà sottoposto a votazione anche a Pisa (città che ha recentemente tolto la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini)   …

LEGGI TUTTO: >  http://www.ilgiornale.it/news/politica/lultimo-bavaglio-rosso-certificato-antifascismo-scendere-1462067.html ?mobile_detect=false

 

L”ultimo bavaglio IDEOLOGICO: certificato di antifascismo per scendere in piazza      

—    Pisa – Niente eventi pubblici senza certificato antifascista. È la novità introdotta dal comune di San Giuliano Terme nel regolamento Cosap, per la concessione degli spazi pubblici.
L”obiettivo del centrodestra è impugnare il provvedimento per palese incostituzionalità: «Lo dice la stessa Carta, non si può vietare la libertà di riunione, di associazione e di pensiero. La sinistra anziché pensare ai problemi reali si diverte a giocare all”acchiappafantasmi, che per 50 anni nel Parlamento antifascista è stato rappresentato il Msi, …..

Leggi tutto →    http://www.lavocedilucca.it/post.asp?id=61409


 

Gli ebrei «assolvono» i Nar «Su Bologna nuove indagini»    Gli ebrei al fianco degli ex neofascisti Mambro e Fioravanti per chiedere la verità sulla strage di Bologna. Una verità opposta a quella acclarata in indagini a senso unico nelle aule di giustizia, nel senso che sta portando dritta dentro la nebulosa […]

Leggi tutto →    http://www.leonida-laconico.eu/?s=ebrei+assolv

 

BOLDRINI IMPARA DA DITTATORE COREA NORD,TRA COMUNISTI GARA DI BOMBE ATOMICHE (FAT MAN) TRA METAFORE E REALTÀ.   BOLDRINI IMPARA DA DITTATORE COREA NORD,TRA COMUNISTI GARA DI BOMBE ATOMICHE (FAT MAN) TRA METAFORE E REALTÀ.    BOLDRINI IMPARA DA DITTATORE COREA NORD,TRA COMUNISTI GARA DI BOMBE ATOMICHE (FAT MAN) TRA METAFORE E REALTÀ.

Leggi tutto →    http://www.leonida-laconico.eu/?s=fiano

http://www.leonida-laconico.eu/2017/12/11/boldrini-impara-dittatore-corea-nordtra-comunisti-gara-bombe-atomiche-fat-man-metafore-realta/  +Tanti Commenti

 

 

Fiano (Pd), carcere a chi fa saluto romano o meglio col pugno chiuso 24/04/2016 by

La fantasiosa e delirante proposta di legge del sig. Fiano & CO, piuttosto che ricercare la riappacificazione, anche se troppo tardiva, mira a riaprire il solco già profondo tra gli italiani, piuttosto che andare contro ogni logica, contro la storia e contro gl’interessi della Nazione perché,dopo aver sgombrato la più […]

Leggi tutto →    http://www.leonida-laconico.eu/?s=fiano

Leonida Laconico
Leonida Laconico

 

Saluto fascista del bimbo di 4 anni, terrorista in erba.

Cacciamo il criminale terrorista in erba (il bambino di 4 anni che ha “OSATO” segnalarsi come pericoloso fascista ) od i virtuosi ed illuminati (le maestre o La Repubblica con i rispettivi lettori del .. Kaiser )?

http://www.ilgiornale.it/news/politica/saluto-romano-bimbo-scuola-bufala-repubblica-1128468.html

http://news.leonardo.it/cantu-bimbo-di-4-anni-fa-il-saluto-fascista-allasilo/

http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/11789330/-Saluto-fascista-del-bimbo-.html

 

 

CAMBIANO I TEMPI, CAMBIANO IDEE, MODE, IDOLI  ed …. al peggio non c’è fine, …. solo LA FINE !

 

Leggi tutto →    http://www.secoloditalia.it/2016/03/sentenza-storica-in-onore-dei-caduti-saluto-romano-non-reato/

 

https://www.cartolinedalventennio.it/layout/curiosita/122-campioni-del-mondo

Nel 1934, senza badare a spese, l’Italia ospitò i mondiali di calcio, i secondi della storia. Gli stadi utilizzati per la competizione furono 8 e quasi tutti di recente costruzione.

Per Mussolini la manifestazione rappresentava un’abile mossa propagandistica per mostrare al mondo lo spirito giovanile e gagliardo dell’Italia fascista. Il regime aveva tra i suoi obiettivi il risanamento fisico degli italiani e lo sport rappresentava quindi un ottimo strumento per forgiare un popolo scattante e fisicamente perfetto.  ………

L’Allenatore della nostra nazionale era Vittorio Pozzo (1) , un giornalista prestato al calcio. Un uomo duro che impose alla squadra, in ritiro nei pressi di Firenze, uno stile militaresco e spartano.  Le poche  distrazioni erano rappresentate dalle passeggiate e dai massaggi. Una sera per distrarsi alcuni giocatori andarono a vedere il Rigoletto e poi proseguirono la serata con una cena in trattoria. Il giorno dopo ricevettero un solenne rimprovero perché: < Non siete venuti qui per andare in trattoria, a teatro, per fare del turismo, ma per allenarvi a giocare e a vincere il campionato mondiale >. ………..

Pensate che ai calciatori non era permesso nemmeno uscire dal ritiro per andare dal barbiere. Pozzo fece in modo che fosse il barbiere a raggiungere il ritiro e non viceversa. Uno dei passatempi era rappresentato dal poker. Pare che Meazza avesse perso al gioco anche il premio partita per la vittoria finale.  …………..

L’Italia vinse per 2 a 1. Il premio per la vittoria fu di 10.000 lire a testa. Alcuni testi riportano la notizia di una colletta nazionale che portò ai giocatori ulteriori 10.000 lire. Dopo i festeggiamenti di rito sul campo, alle ore 21.00 un torpedone con la squadra azzurra raggiunse Piazza Colonna per ricevere gli applausi da quella che fu descritta come una <vera marea umana>. La squadra fu accolta con le note di Giovinezza ed i festeggiamenti proseguirono per tutta la notte in tutta Roma…………

Il giorno dopo Starace, segretario del partito, invitò gli azzurri a Palazzo Venezia per incontrare il Duce. Prima di essere ricevuti, Starace informò i ragazzi che avrebbero potuto chiedere al Duce qualunque cosa, qualunque regalo….I giocatori si consultarono e vennero fuori le richieste più strane: chi voleva chiedere la licenza di terza liceo, chi la tessera ferroviaria a vita…Alla fine chiesero…una foto del Duce con dedica. Altri tempi davvero.!

(1)  http://contropiede.ilgiornale.it/vittorio-pozzo-lallenatore-alpino-al-servizio-dellitalia/

……. Vinse il Mondiale  nel 1934, lo rivinse nel 1938  e, nel mezzo, regalò anche la medaglia d’oro olimpica nel ’36. Questo è quello che viene in mente quando si parla di Vittorio Pozzo. Pochi però sanno cosa successe quattro anni prima che la squadra azzurra alzasse al cielo la Coppa Rimet. Mancano pochi giorni alla sfida alla fortissima Ungheria nella finale della Coppa Internazionale – una sorta di antenata dell’Europeo – e Vittorio Pozzo decide di portare la sua squadra in un posto particolare. Li porta in pellegrinaggio a Redipuglia. Qui, davanti al sacrario contenente le spoglie di oltre 100.000 soldati italiani, Vittorio Pozzo disse ai suoi ragazzi: “Quello che hanno fatto i soldati che si trovano sepolti qui e ben altra cosa rispetto a quello che dovremo  fare noi a Budapest. Ma il comune sentire dell’amore per l’Italia deve essere d’ispirazione per tutti noi”.  Arriva la finale a Budapest e gli azzurri, toccati da quella visita speciale e  da quelle parole così sincere e vere, demoliscono gli ungheresi imponendosi per 5 – 0. È l’inizio di una cavalcata trionfale che però, senza quella visita, forse non avrebbe avuto lo stesso epilogo.                           …    LEGGI TUTTO nel LINK

<<

TRA LE SUE FRASI LAPIDARIE:  Al servizio dell’Italia, non viceversa –  l’Italia e i calciatori italiani non dovevano rispondere a lui, ma erano lui e i suoi ragazzi che dovevano guardare alla Madre Patria come giudice ultimo.

COMMENTO:  Per quest’ultimo giudizio espresso dal becero, reazionario, Vittorio Pozzo,. allenatore  e per di più guerrafondaio alpino , che s’è permesso di imporre alla squadra metodi  ed idee fasciste per conquistare (unico allenatore ad esserci riuscito)  2 (DUE) Campionati del Mondo ed altri primati  olimpici etc , si ipotizza, in base alla proposta di un tizio  di nome Fiano  del PD,  l’apertura di un riesame storico  per processarlo  e condannarlo post-mortem per apologia fascista assieme ai suoi ammiratori , possessori, naturalmente vivi o morti,  di souvenir, oggetti, ricordi, medaglie, scritti …che lo possano  riguardare.

Non resisto più e scivolo nella volgarità: A FIANO UN PERNACCHIO ALPINO CON L’ECO PROLUNGATO  DA UNA VALLE ALL’ALTRA

Leonida Laconico  

http://www.museovittoriopozzo.it/     urp.ponderano@ptb.provincia.biella.it

INVITIAMO SPORTIVI IN GENERE E DEL CALCIO IN PARTICOLARE , NONCHE’ TIFOSI DEL VERO CALCIO ITALIANO (Si diffidano quelli del Milan, Inter, Palermo  che non capisco perché continuano a dgnare tali squadre e chi si spreca per altre con oltre DUE stranieri;  chiedete alle eredi CAPROTTI- ESSELUNGA, vi sapranno spiegare perché) A VISITARE  IN TEMPO QUESTO MUSEO, purche’   non si facciano accorgere dai sopravvissuti del  politburo sovietico  , anche se è notorio che temono  le PERNACCHIE  SOPRATTUTTO ALPINE !     L. L.

<

<

“Essere fascisti, finalmente, non è più reato” La corte ha deciso!

giovedì, marzo 03, 2011 Base78 No commenti

 

Chiuso il caso Castagna. Archiviazione per l’apologia di fascismo.
Dichiararsi fascisti non è reato. Si è chiusa così, con l’archiviazione per , la vicenda giudiziaria di Alberto Castagna, esponente di spicco dell’estrema destra isernina, indagato per apolgia di fascismo. Una storia che ha avuto inizio nel maggio 2007 quando, dalla lettura di un sito internet di proprietà di Castagna, scoppiò addirittura un caso nazionale, per un presunto caso di apologia del fascismo, con alcune interrogazioni parlamentari presentate da deputati ex-comunisti (da quale pulpito, ndr).

La questione è finita sul tavolo del Pm Mattei, il quale però, a conclusione delle indagini, ha chiesto l’archiviazione. , scrive il Sostituto procuratore della Repubblica. Nei giorni scorsi il Gip Laura Scarlatelli ha accolto la richiesta della Procura disponendo l’archiviazione del caso. Alberto Castagna, dunque, non ha inteso perseguire finalità antidemocratiche, non ha esaltato l’uso della violenza quale metodo di lotta politica, non ha propugnato la soppressione delle libertà garantite, non ha denigrato la democrazia e le sue istituzioni o svolto propaganda razzista, tutte ipotesi di reato punite dalla legge 645 del 1952. Alberto Castagna, fondando il cosiddetto ‘Partito fascista repubblicano’, ha ripudiato tutte le forme di violenza, scrive la dottoressa Scarlatelli, . La Cassazione ha precisato che . . , dichiara, soddisfatto, Alberto Castagna.

Francesco Bottone

http://www.nuovomolise.net/e_view.as…=1&C=3&G=9&M=4

 

 

 

        martedì 16 dicembre 2008

“Essere fascisti, finalmente, non è più reato” La corte ha deciso!

Chiuso il caso Castagna. Archiviazione per l’apologia di fascismo
Dichiararsi fascisti non è reato. Si è chiusa così, con l’archiviazione per , la vicenda giudiziaria di Alberto Castagna, esponente di spicco dell’estrema destra isernina, indagato per apolgia di fascismo. Una storia che ha avuto inizio nel maggio 2007 quando, dalla lettura di un sito internet di proprietà di Castagna, scoppiò addirittura un caso nazionale, per un presunto caso di apologia del fascismo, con alcune interrogazioni parlamentari presentate da deputati ex-comunisti (da quale pulpito, ndr). La questione è finita sul tavolo del Pm Mattei, il quale però, a conclusione delle indagini, ha chiesto l’archiviazione. , scrive il Sostituto procuratore della Repubblica. Nei giorni scorsi il Gip Laura Scarlatelli ha accolto la richiesta della Procura disponendo l’archiviazione del caso. Alberto Castagna, dunque, non ha inteso perseguire finalità antidemocratiche, non ha esaltato l’uso della violenza quale metodo di lotta politica, non ha propugnato la soppressione delle libertà garantite, non ha denigrato la democrazia e le sue istituzioni o svolto propaganda razzista, tutte ipotesi di reato punite dalla legge 645 del 1952. Alberto Castagna, fondando il cosiddetto ‘Partito fascista repubblicano’, ha ripudiato tutte le forme di violenza, scrive la dottoressa Scarlatelli, . La Cassazione ha precisato che . . , dichiara, soddisfatto, Alberto Castagna.

<< zio Benito”, l’hanno definita in famiglia, con tanto di saluto romano e invito ad

s’intende –

 

L’altra campana !!!

http://www.laforzadellarete.com/2011/02/la-censura-nei-paesi-comunisti.html

< COMUNISMO = NAZISMO: equiparazione del Consiglio d’Europa   25 .1.’06<

 

A confronto con quei regimi di allora il FASCISMO era un AGNELLINO !

 

 

Fonte ORSA MAGGIORE:  http://digilander.libero.it/y93/

 

Apri i Links facendo : CTRL + CLIC sul collegam.

 

SCOPRIRAI ALTRE VERGOGNE TENUTE NASCOSTE COM’E’ STATO TENTATO DI FARE PER 60anni CON LE FOIBE TITINE, IL TRIANGOLO ROSSO IN EMILIA (a conflitto mondiale finito !), LA STRAGE DI KATYN ADDOSSATA ALLA GERMANIA INVECE CHE AI BOLSCEVICI  ED

INFINITI ALTRI CRIMINI CON

APPENA 100.000.000 DI VITTIME,

I CUI CARNEFICI HANNO GODUTO (fino ad oggi !) ONORI DI OGNI GENERE: in Parlamento, in TV, nella toponomastica, etc (Vie e piazze a Lenin, Ho Chi Min, Mao, Stalin, W.Audisio [1] , Bulow, Togliatti, Napolitano ….),

 [1] http://it.wikipedia.org/wiki/Walter_Audisio  (Estratto di questo figuro da wikipedia )

W.Audisio, Audisio dovette abiurare i suoi principi di comunista e assicurare di fare richiesta di grazia al duce. Compilato il documento, il confinato politico poté tornare ad Alessandria. Venne esonerato dall’invio al fronte…… In veste di ufficiale del CVL, il 28 aprile ricevette l’ordine di recarsi a Dongo e di eseguire la condanna capitale che era stata decretata nei confronti di Mussolini e di altri gerarchi fascisti. Secondo la sua versione, fu lui a eseguire la condanna nei confronti di Benito Mussolini e commise l’assassinio della sua amante Claretta Petacci…….. Nel dopoguerra Audisio venne eletto deputato tra le file del Fronte Democratico Popolare nel 1948 per la circoscrizione Cuneo-Alessandria-Asti e sempre confermato con il PCI fino al 1963, anno in cui optò per il Senato della Repubblica.

 

-Togliatti (che lasciò marcire in Russia i soldati italiani prigionieri !):

http://www.cuneense.it/letteratogliatti.htm

 

http://archiviostorico.corriere.it/1992/febbraio/02/Togliatti_servivano_morti_Russia_co_0_9202028212.shtml

 

-Napolitano che, pur esente da accuse cruente, si lanciò in un’aberrante affermazione sulla sanguinosa rivolta ungherese soffocata nel sangue …i carri armati sovietici hanno riportato la pace !

APRI LINKS x Napolitano:

http://www.storialibera.it/epoca_contemporanea/comunismo_nel_mondo/est_europa/ungheria_1956/articolo.php?id=732

 

http://www.legnostorto.com/index.php?option=com_content&task=view&id=3853

 

 


P.S. – MENZOGNE ECLATANTI RECENTI:

Gli ebrei «assolvono» i Nar   (alias gruppo neofascista) PER LA STRAGE DI BOLOGNA

 

http://www.difesa.it/Sala_Stampa/rassegna_stampa_online/Pagine/PdfNavigator.aspx?d=05-09-2012&pdfIndex=53

 


Milano, Lombardia – 31 Maggio 2011

Pugni chiusi in piazza Duomo durante festa Pisapia

http://www.youreporter.it/video_Pugni_chiusi_in_piazza_Duomo_durante_festa_Pisapia_1


 

I pacifici alleati di ieri (NO GLOBAL a Genova) e di oggi (NO TAV in gesti d’…amicizia )

 

Comments are closed.